Bollo Auto 2020: ecco chi paga e chi, invece, è esente dalla tassa

L'imposta di bollo auto rappresenta un argomento controverso su cui molti dibattono a margine delle ultime valutazioni. C'è chi paga e chi è esente.

0
50

L’imposta di bollo auto rappresenta un argomento controverso su cui molti dibattono a margine delle ultime valutazioni. Un pagamento ingiusto che permane in Italia ed in pochissimi altri Paesi. Tutti hanno votato a favore dell’abolizione totale della cosiddetta tassa di possesso ma lo Stato non rinuncerà sicuramente ad un introito annuale che matura puntualmente qualcosa come 7 miliardi di euro.

Eppure esistono dei casi in cui è possibile dire addio tassa dopo i cambiamenti che interessano milioni di automobilisti del Bel Paese. Il primo grande mutamento si è avuto a partire dal 1 gennaio 2020 con il rinnovo delle procedure di pagamento che con l’inclusione del metodo PagoPA non introduce una grande rivoluzione lato automobilista. Ma vediamo cosa muta nel contesto delle tasse.

 

Bollo Auto: gli ultimi cambiamenti

PagoPA, spiega il governo sul portale ufficiale, non è una piattaforma dove pagare, bensì:

“una nuova modalità per eseguire tramite i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti, i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in modalità standardizzata. Si possono effettuare i pagamenti direttamente sul sito o sull’applicazione mobile dell’Ente o attraverso i canali sia fisici che online di banche e altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come ad esempio le agenzie di banca, gli home banking, gli sportelli ATM, i punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5 e presso gli uffici postali”.“

Per i possessori di auto e moto storiche c’è una detrazione del 50% per veicoli la cui “età anagrafica” è compresa tra 20 e 30 anni. Per chi acquista una nuova auto ibrida o elettrica c’è la cosiddetta esenzione totale che scardina ogni richiesta di pagamento a favore della Regione da parte dell’automobilista. In Regioni come la Lombardia, inoltre, uno sconto del 15% si applica a favore di coloro che scelgono la domiciliazione bancaria del pagamento.

Ogni automobilista può dedurre l’ammontare dell’importo da pagare tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate o sul sito dell’Aci.