BMW E-Power Roadster: addio benzina, ecco la versione elettrica

BMW E-Power Roadster abbandona il sistema di propulsione a combustibile fossile per darsi al sistema alimentato a batterie.

0
80

BMW E-Power Roadster abbandona il sistema di propulsione a combustibile fossile per darsi al sistema alimentato a batterie. Si tratta del nuovo ed esclusivo prototipo di moto elettrica della casa tedesca. Rifinito nei dettagli tecnici ed estetici in modo piuttosto efficace. Si tratta – come detto da Electrk – di una grande batteria che si nuove su due ruote. I numeri ci sono tutti eccome. Potenza di 136 CV, coppia massima di 200 Nm misurati alla ruota e uno 0-100 in appena 2,9 secondi. Un missile. Scopriamolo.

 

BMW E-Power Roadster: una potenza incredibile con la nuova versione a batteria

La nuova versione prototipo della moto ha battuto addirittura la 1000R, nonostante una velocità di punta autolimitata ad appena 160 km/h e gli oltre 200 kg di peso. La batteria ha una capienza di 13 kWh circa, con un’autonomia stimata di circa 177 km attualmente da ridefinire dopo dichiarati interventi di ottimizzazione tecnica. Supporta la ricarica rapida in corrente continua e garantisce la massima autonomia in appena 1 ora di ricarica completa.

Il prototipo è stato assemblato “riciclando” alcuni componenti. La batteria, ad esempio, è in prestito da una BMW Serie 2 plug-in hybrid mentre il motore elettrico proviene da BMW Serie 7. Il forcellone monobraccio posteriore è quello di una BMW R1200RS, mentre la parte anteriore è proprio della S1000R.

Passerà del tempo prima che possa essere commercialmente valida. La produzione in serie è ben lontana dall’obiettivo del mercato di massa. Indica comunque un grande impegno nell’elettrificazione made by BMW anche per le due ruote. Interessante, soprattutto, l’idea di sviluppare una moto “senza telaio”, usando invece il pacco batterie stesso come componente stressata meccanicamente dal sistema.