Bentley: la famosa casa automobilistica pronta all’uso dei carburanti sintetici

In casa Bentley ci starebbe valutando in maniera molto attenta all'utilizzo di carburanti sostenibili per il futuro prossimo, ecco tutti i dettagli

0
200

Bentley starebbe valutando i carburanti sostenibili per il suo futuro. A margine della conferenza di presentazione della nuova Continental GT Speed, Matthias Rabe, direttore tecnico della Bentley, ha parlato del futuro dell’azienda:

Stiamo valutando attentamente i carburanti sostenibili, siano essi sintetici sia di origine naturale. Riteniamo che i motori a combustione rimarranno in produzione ancora per molti anni e siamo convinti che alimentarli con alternative più ecologiche offrirà significativi vantaggi ambientali“.

Adrian Hallmark si aggiunge precisando che Bentley crede assolutamente nei carburanti sostenibili a patto che questi non comportino consumo di territorio o sottrazione di terre alle attività agricole per l’alimentazione. Proprio per questo si darà priorità ai carburanti sintetici.

Bentley nell’elettrico delle corse solo con l’endurance, coinvolti anche nel progetto Artemis

Se il Mondiale endurance passasse all’elettrico puro sarebbe fantastico, ma la verità è che oggi non esiste una tecnologia capace di farti correre per 24 ore a velocità vicine a quelle di una Formula 1, anche perché non crediamo che l’idrogeno sia una soluzione sostenibile per la disciplina. Quindi per ora aspettiamo e vediamo: se arriveranno batterie in grado di portare l’endurance verso l’elettrico, noi lotteremo per esserci“.

Sul progetto Artemis, Hallmark continua:

Oggi già costruiamo su base Porsche praticamente tutta la gamma e guardando da qui a dieci anni io vedo ancora più sinergie, con architetture elettriche comuni a moltissimi modelli del gruppo. L’Audi ha competenze da leader nel campo e sul progetto Artemis ci permetterà da subito di dare indicazioni molto precise sulle nostre esigenze. Anche se non posso dare ulteriori dettagli, credo che dobbiamo essere molto trasparenti su queste sinergie interne. Anche perché ci porteranno vantaggi enormi“.