Bartolini: accertati 16 casi di Coronavirus nella sede di Guidonia

Ben sedici casi accertati di Coronavirus nell'intorno della sede logistica Bartolini di Guidonia. Oltre quaranta persone risultano ora in isolamento preventivo.

0
31
Coronavirus Bartolini

Coronavirus BartoliniBen sedici casi accertati di Coronavirus nell’intorno della sede logistica Bartolini di Guidonia. Oltre quaranta persone risultano ora in isolamento preventivo. La mappa dei contagi è sotto l’attenta osservazione dell’ASL Roma 5 che monitora lo stato degli infetti. Non è da escludere una crescita della curva interna nel corso delle prossime ore in attesa dei risultati dei tamponi. Ecco cosa sta succedendo.

 

Covid in Bartolini: nuovo focolaio nella sede di Guidonia

La nota società di servizi per corrieri espresso Bartolini si trova alle prese con una nuova ondata di contagi localizzati nella sede dei magazzini di Guidonia Montecelio. Al momento, come confermato dall’autorità sanitaria, i casi sono saliti a 16 con una quarantina di persone sottoposte ad isolamento sanitario in via precauzionale.

Un una press note rilasciata dalla ASL della Regione Lazio si può leggere:

“Oggi ci aspettiamo un aumento dei casi e dei tamponi effettuati nelle ultime 24h. Si registra un focolaio presso la sede del corriere Bartolini a Guidonia dove si registrano sedici casi di positività con link alla sede del corriere e quaranta posti in isolamento domiciliare. È in corso l’indagine epidemiologica da parte della Asl Roma 5”.

Il segmento della logistica è quello maggior a rischio contagio. I dipendenti si sono esposti al contagio nel corso di questi ultimi mesi in cui il lockdown ha mutato le abitudini di acquisto costringendo a massacranti turni di lavoro.

Ci sembra doveroso ricordare che questo non è il primo caso documentato. Lo scorso mese di Giugno, infatti, un caso analogo si era verificato nel magazzino di Bologna, dove sessanta dipendenti risultarono positivi al tampone. Seguirono denunce da parte dei lavoratori per il mancato rispetto delle norme anti-contagio recriminate anche dai supervisori sanitari accorsi sul posto per la perlustrazione.

Vi terremo informati sullo sviluppo degli eventi. Seguiteci sul nostro sito ed attraverso tutti i nostri canali online.