Bartolini: 64 positivi al Covid nella sede di Bologna, casi anche in TNT e DHL

Oltre 64 dipendenti Bartolni sono risultati positivi al Covid-19 all'interno della sede di Bologna. Secondo il sindacalista Simone Carpeggiani di SiCobas ci sarebbero anche due casi in TNT e due in DHL.

0
100

Oltre 64 dipendenti Bartolni sono risultati positivi al Covid-19 all’interno della sede di Bologna. Secondo il sindacalista Simone Carpeggiani di SiCobas ci sarebbero anche due casi in TNT e due in DHL. Il numero di asintomatici è arrivato a 9 mentre due sono i ricoveraeti. Lo screening si è esteso a 370 persone. Ai microfoni Carpeggiani ha riferito:

«È una cosa grossa, la situazione sta peggiorando. Parliamo di almeno mille persone, siamo preoccupati: anche perché nessuna di queste aziende ha chiuso».

 

Positivi al Coronavirus in Bartolini, pericolo anche in casa TNT e DHL

La AUSL insieme al Comune di Bologna ed all’assessorato alla Sanità dice che il focolaio è sotto controllo anche se è probabile lo sviluppo di un’evoluzione in crescita nei prossimi giorni. Le prime info sui casi sono state diffuse dal sindacato SI Cobas, che lunedì aveva pubblicato un comunicato sulla situazione nella sede di Bartolini in via Cerodolo, a Bologna. All’interno del testo si indicavano 12 positivi dovuti al mancato rispetto delle norme di sicurezza imposte dal distanziamento sociale e dall’uso dei DPI.

Infatti il sopralluogo a sorpresa della AUSL del 18 giugno ha rivelato pesanti mancanze nella gestione dell’emergenza da parte dell’azienda. Molti dipendenti del magazzino e degli uffici non indossavano la mascherina e non mantenevano le dovute distanze. Ulteriori esiti negativi si sono ottenuti anche per la gestione dell’aerazione e dell’igienizzazione dei locali.