Auto preferita ai mezzi pubblici per colpa del contagio, nuovo studio

Secondo una nuova analisi l'uso dell'auto privata è preferenziale rispetto ai mezzi pubblici al tempo del contagio. Ecco quanto esposto dal noto Osservatorio Mobilità e Sicurezza di Continental.

0
114

Secondo una nuova analisi l’uso dell’auto privata è preferenziale rispetto ai mezzi pubblici al tempo del contagio. Ecco quanto esposto dal noto Osservatorio Mobilità e Sicurezza di Continental.

 

Auto usata come mezzo di protezione contro il contagio

La paura del contagio sta spingendo gli automobilisti a “mettersi in proprio” scegliendo la propria automobile quale mezzo di trasporto preferito per gli spostamenti grandi e piccoli. La nuova edizione dello studio redatto da Continental in collaborazione con l’istituto di ricerca Euromedia Research parla chiaro. Ci si sposta in auto con le persone chiaramente sfiduciate dall’approccio sociale involontario.

A fronte di un 47,4% di italiani che prova ancora emozioni positive di speranza, tranquillità, sollievo e felicità si registra un corrispettivo 45,6% di cittadini che prova emozioni negative come ansia, paura e fastidio. Situazioni che si contestualizzano anche al settore dei trasporti.

Un italiano su due sceglie di spostarsi in auto perché la ritiene il mezzo più sicuro con cui muoversi con tre italiani su dieci che hanno confermato un radicale cambio di abitudine per i propri spostamenti. Il 39.2% si dice terrorizzato dai mezzi pubblici con l’11,4% di paura per affollamento dei treni ed il 10% che teme addirittura di uscire di casa.

Il ritorno alla normalità appare per molti come una chimera tanto che il 70% dei partecipanti al gruppo di confronto ha dichiarato che intende mantenere l’attenzione vigile alla sicurezza sanitaria anche dopo l’obiettivo zero contagi e la diffusione del vaccino risolutivo.

Da questo punto vista la centralità dell’auto di proprietà è innegabile in quanto si offre il necessario spazio e la sicurezza di un viaggio economico, sicuro ed al riparo dal contagio.