Auto nuove: attenti al furto di identità

Per l'acquisto delle auto nuove esistono alcuni pericoli. In Italia il furto di identità con frode creditizia continua ad aumentare.

0
73

Per l’acquisto delle auto nuove esistono alcuni pericoli. In Italia il furto di identità con frode creditizia continua ad aumentare. Il fenomeno è ancora molto diffuso. Non accenna ad arrestarsi oppure a diminuire. Secondo le ultime dichiarazioni derivanti dai rapporti ufficiali nei primi mesi dell’anno la crescita è stata del 36.7%. Ecco i dettagli.

 

Furto di identità per acquisto auto nuove: ecco la situazione in Italia

L’Osservatorio Crif ha segnalato la presenza di quasi 16.700 casi. Si tratta di una media di 90 episodi al giorno. Un numero davvero impressionante. La crescita registrata rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, come abbiamo detto, oggi è del 36.7%. Il danno totale si quantifica praticamente con una stima di circa 77 milioni di euro. Una cifra enorme.

I periodi in cui si registrano i picchi di frodi creditizie sono quelli natalizio e del mese di Agosto. Al tempo stesso si può anche dire che l’importo medio riscontrato è in calo del 21.4% arrivando a 4.662 euro. Le regioni più colpite sono: la Campania, il Lazio, la Lombardia e la Sicilia, subito dopo seguono la Puglia e il Piemonte. Non è cambiato molto rispetto al primo trimestre del 2018, periodo in cui erano proprio queste regioni ad occupare i primi posti. L’unica differenza è che ad oggi la Lombardia ha superato la Campania che aveva il primato.

La fascia d’età in cui i casi sono aumentati in maniera notevole è quella che va dai 18 ai 30 anni, registrando un +23.2%, aumenta anche la fascia dai 31 ai 40 anni (del 6.4%) e invece sono meno oggi sia i 51-60enni, dell’11%, e gli over 60, diminuiti del 15.7%.