Auto in Italia: settembre positivo grazie agli incentivi, ecco i dati

Il mercato auto italiano ha subito una flessione decisamente positiva al netto di quelli che sono stati gli incentivi concessi dallo Stato e dalle Regioni.

0
29

Il mercato auto italiano ha subito una flessione decisamente positiva al netto di quelli che sono stati gli incentivi concessi dallo Stato e dalle Regioni. Finalmente siamo in veloce ripresa con un dato che finalizza un meritevole score del +9.5% a settembre. Come riportato ad UNRAE, ad ogni modo, è necessario rifinanziare il mercato per non assistere ad un ulteriore tracollo del merchandising dopo le varie fasi di esclusione per i veicoli in fascia di emissione 91-110 g/Km e 61-90 g/Km previsti in esaurimento entro ottobre.

 

UNRAE e mercato auto: serve riproporre gli incentivi

Questo quanto riferito da UNRAE dopo una attenta valutazione della situazione che ha visto un decadimento delle vendite del benzina e dei Diesel sul piano generale:

“Gli incentivi al mercato dell’auto varati dal Governo stanno fornendo quella necessaria boccata di ossigeno per superare una fase estremamente negativa, che purtroppo non è e non sarà di breve durata. Togliere l’ossigeno quando la fase acuta non è terminata, equivale a riaccendere la crisi e così rendere vani gli sforzi economici che lo Stato e le stesse Case automobilistiche hanno fatto per sostenere il mercato, finora con risultati confortanti. Demandare il problema della prosecuzione degli incentivi alla prossima Legge di Bilancio, le cui norme entreranno in vigore a partire dal 1° gennaio 2021 significa creare un pericoloso buco di alcuni mesi, che porterebbe il mercato a una depressione certa, per superare la quale potrebbero non essere più sufficienti le risorse assegnate dal bilancio dello Stato del 2021. Un mancato rifinanziamento agli incentivi danneggerebbe il mercato e sarebbe un clamoroso errore strategico da parte del nostro Paese.”

Restano stabili Metano e GPL mentre aumenta l’interesse per il segmento ibrido ed EV con ulteriori dati consultabili alla Fonte.