Auto elettriche: UE finanzia 14000 punti di ricarica in Italia

Uno dei più opprimenti colli di bottiglia per le auto elettriche è rappresentato sicuramente dalla mancanza di colonnine di ricarica.

0
89

Uno dei più opprimenti colli di bottiglia per le auto elettriche è rappresentato sicuramente dalla mancanza di colonnine di ricarica. Si tenta di porre rimedio a questa lacuna grazie ai recenti interventi predisposti dall’Unione Europa nel contesto di un piano di sviluppo per nuovi hotspot elettrici in Italia. Ecco le ultime novità al riguardo.

 

Auto elettriche e ricarica: nuovi punti di accesso in tutta Italia

Con un investimento di oltre 2 miliardi di euro in 140 progetti chiave la comunità si propone di tappare le falle di un ecosistema elettrico ancora imperfetto nel mondo dei motori. L’economia del settore deve necessariamente ripartire con la promozione del trasporto sostenibile al di sopra di tutto.

In Europa si punta a realizzare gli obiettivi climatici del Green Deal europeo con progetti di alto valore che riguarderanno soprattutto i trasporti su strada. L’obiettivo è quello di centrare l’interesse sull’uso dei combustibili alternativi che saranno protagonisti con 17.275 punti di ricarica sulla rete stradale e distribuiti 355 nuovi autobus. Il dettaglio del progetto mostra come l’attenzione sia incentrata proprio sul suolo italiano.

Secondo i dati raccolti dalla scheda riassuntiva l’Unione Europea intende investire oltre 8,2 milioni di euro per la realizzazione, in Italia, di 14.000 punti di ricarica (6.850 stazioni). Circa il 75% delle colonnine saranno collocate in area urbana. Il 25%, invece, al di fuori dei centri cittadini o nelle autostrade per favorire gli spostamenti a medio o a lungo raggio.

Ottima notizia che potrebbe verosimilmente fornire un trampolino di lancio per l’adozione di mezzi elettrici ad emissioni zero. La rete si sta per capillarizzare mentre sono ancora in vigore i piani di incentivo con i bonus mobilità per il passaggio ad auto elettriche, ibride ed Euro 6.