Assicurazione Auto: che succede se si guida scalzi o in ciabatte?

Che succede se guido scalzo? Che effetti ha sull'assicurazione in caso di incidente? Chiariamo la questione.

0
75

Molti automobilisti italiani sono in viaggio per il tanto atteso ponte di Ferragosto. La domanda che ci si sta ponendo è questa: “In quali conseguenze incorro con l’assicurazione se guido con le infradito o scalzo?“. Partiamo dicendo che non esiste una precisa norma da applicare all’argomento ma, nonostante questo, ci sono ancora tante persone che portano le scarpe in auto per paura di beccarsi una multa. Vediamo di chiarire la questione una volta per tutte.

Infradito e piedi nudi in auto: conseguenze con l’assicurazione per i guidatori

Dal 1993 non esiste una norma del Codice della Strada che vieti di usare infradito o altro tipo di calzature aperte. Lo precisa la Polizia di Stato, in una sua nota ufficiale rilasciata sul portale dedicato. In particolare, la disciplina della sicurezza è affidata al conducente che deve auto-regolarsi al fine di non generare situazioni di pericolo per se stesso e per gli altri utenti della strada.

L’unico rischio potrebbe essere legato all’assicurazione che, in caso di incidente, potrebbe rivalersi sull’automobilista. Questo perché si tratta di un comportamento a rischio che le forze dell’ordine potrebbero eventualmente segnalare nel verbale quale causa prima del sinistro. Potrebbe capitare, infatti, che una ciabatta si sfili rendendo difficile l’uso dei pedali. Potrebbe succedere che l’assicurazione decida di chiedere la rivalsa al conducente per il mancato rispetto del CdS.

Sempre seguendo le direttive impartite dalla normativa vigente, si legge che: “il conducente deve essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile” . Il conducente disattento, nell’eventualità di una collisione, dovrà farsi carico del pagamento danni ad altri veicoli oltre le spese mediche e quelle per i danni permanenti.