Apple Car: presentati nuovi brevetti per specchietti e finestrini

Apple ha presentato nuovi progetti per le sue auto intelligenti. Adesso i brevetti spiegano la nuova natura degli specchietti e dei finestrini.

0
51

Apple ha presentato nuovi progetti per le sue auto intelligenti. Adesso i brevetti spiegano la nuova natura degli specchietti e dei finestrini. La registrazione delle proprietà intellettuali ha ottenuto il via libera per quel che riguarda il mondo delle auto smart di Cupertino. Il primo ha un nome misterioso e cita la possibilità di ottenere i cosiddetti “finestrini sincronizzati”. Il secondo fa riferimento agli specchietti. Ecco cosa è stato preventivato.

 

Apple Car cambia: le nuove auto saranno veramente intelligenti

L’idea di fondo è quella di permettere a chi si trova all’interno dell’auto di avviare il sistema di illuminazione interna senza che questo sia visto all’esterno. I finestrini, difatti, otterrebbero un layer oscurante a cristalli liquidi con luci e finestrini che manifestano lampeggi sincroni a frequenza elevata. Così alta che l’occhio umano non possa percepirla.

Il secondo brevetto, invece, prende in considerazione l’idea di nuovi modelli di disegno per i retrovisori laterali. Tra le possibili opzioni c’è un remake in chiave tech degli intramontabili accessori motorizzati elettricamente. Apple suggerisce che tale operazione si possa fare anche durante la marcia. Lo specchietto starebbe chiuso per default, ma appena la videocamera interna rileva che il guidatore guarda verso di esso verrebbe aperto.

Un’altra ipotesi vaglia la possibilità che questi siano integrati direttamente nella carrozzeria principale dell’auto, e che con un uso di lenti e altri elementi ottici sia possibile offrire la visione della stessa superficie di uno specchietto tradizionale. Una terza possibilità sarebbe quella eliminare completamente gli elementi ottici a favore di un sistema totalmente digitale costituito essenzialmente da videocamere e monitor.

I progetti continuano mentre Apple investe nei sistemi a guida autonoma.