Amazon acquista 100.000 furgoni elettrici per combattere i cambiamenti climatici

Amazon acquista 100.000 furgoni elettrici allo scopo di porre un freno agli stravolgimenti climatici in atto per il nostro pianeta. Jeff Bezos punta all'obiettivo dell'accordo di Parigi che entro il prossimo 2030 consacrerà il fabbisogno energetico con energia 100% green proveniente da fonti rinnovabili.

0
71

Amazon acquista 100.000 furgoni elettrici allo scopo di porre un freno agli stravolgimenti climatici in atto per il nostro pianeta. Jeff Bezos punta all’obiettivo dell’accordo di Parigi che entro il prossimo 2030 consacrerà il fabbisogno energetico con energia 100% green proveniente da fonti rinnovabili. Ecco le ultime novità.

 

Amazon elettrica: furgoni eco sostenibili per la mobilità del futuro

Il colosso dell’e-commerce si spinge oltre i confini alla vigilia di quella che sarà la prossima Cimate Action Summit in programma per la settimana a venire. Sotto la pressione dei dipendenti, il CEO ha scelto di alzare il sipario su una nuova ed articolata rete di veicoli elettrici di contrasto all’effetto serra che attanaglia il nostro pianeta. L’azienda si dice disposta a rispettare gli obiettivi dell’accordo di Parigi sul cambiamento climatico con dieci anni di anticipo. Il traguardo dell’impatto zero è stato anticipato di molto e sono in corso nuovi piani di business intelligente.

Lo scopo è quello di consacrare Amazon quale leader delle energie rinnovabili su tutta la linea, con il preciso scopo di concedere l’uso di energie rinnovabili per l’80% del suo fabbisogno entro il 2024, rispetto all’attuale 40 per cento. Si arriverà al 100% entro il 2030 con il primo veicolo attivo a partire dal 2021. L’investimento è pari a 700 milioni di dollari ed è voluto allo scopo di ridurre le emissioni nocive di CO2 nell’atmosfera. Ciò spingerà altre realtà commerciali a perseguire i medesimi obiettivi.

In una sua nota Bezos dice:

“Vogliamo usare le nostre dimensioni per guidare questo sforzo. È una sfida difficile perché abbiamo vaste infrastrutture fisiche. Ma se possiamo farlo noi, allora possono farlo tutti. La Terra è il miglior pianeta nel sistema solare, dobbiamo prendercene cura”.

Amazon rivisita quindi le sue strategie commerciali all’insegna del nuovo trend evolutivo del mercato eco sostenibile. Lo sciopero per il clima indetto al quartier generale di Amazon a Seattle rappresenta il primo vero passo in avanti in 25 anni di storia dell’azienda, notoriamente contraria alla presenza sindacale.