Amazon a Fiumicino: previsti oltre 2000 posti di lavoro entro il 2022

Amazon prevede di affiancare una forza lavoro consistente nel nuovo hub di Fiumicino previsto in finalizzazione entro l'anno 2022.

0
26

Amazon prevede di affiancare una forza lavoro consistente nel nuovo hub di Fiumicino previsto in finalizzazione entro l’anno 2022. Si parla di 2.000 assunzioni per quello che sarà l’inedito stabilimento logistico da realizzarsi in un presidio da 80mila metri quadrati di superficie. Scopriamo le ultime novità in programma.

 

Amazon: ecco il nuovo polo logistico e le nuove assunzioni

La convenzione tra Amazon e amministrazione locale era stata finalizzata tra le parti con la mancanza di un via libera da parte degli uffici preposti alle autorizzazioni. Concessioni che sono arrivate di recente per l’insediamento del nuovo centro tra l’autostrada Roma-Civitavecchia e l’aeroporto, non distante dal centro commerciale “da Vinci Market” e dal previsto Interporto. Il colosso di Seattle è stato quindi autorizzato a realizzare il nuovo polo logistico come da programma.

Si tratta di uno dei progetti più ambizioso del colosso di Jeff Bezos ad oggi leader del commercio elettronico a livello globale. La struttura opererà in stretta relazione con la Cargo City del vicino aeroporto dove da giugno scorso operano gli aerei cargo di Asl Airlines impiegati per conto di Amazon Air.  L’handler di magazzino che serve Amazon è Bcube Air Cargo tramite la Fiumicino Logistica Europa, mentre handler di rampa è Aviation Services. Attivo anche un volo giornaliero da Londra Southend con un incremento previsto della produttività grazie al secondo volo da Barcellona e, presto, da Lipsia.

Il nuovo impianto si aggiunge a quello del Centro Italia di Settecamini e di Passo Corese che ospita una struttura da 65mila mq gestita da mille dipendenti inquadrati a tempo indeterminato ed adoperante la singolare infrastruttura tecnologica Amazon Robotics.