Alpine più competitiva in Formula 1 nel 2022, parola di De Meo

Come ha annunciato Luca De Meo al Salone di Monaco, la Alpine sarà molto più competitiva in Formula 1 a partire dal prossimo anno

0
37

Durante uno degli eventi più importanti quale il Salone di Monaco 2021, Luca De Meo, Ceo di Renault ha rilasciato un’intervista a Motorsport parlando del futuro di Alpine.

“La priorità di Alpine è per la Formula 1 dove è molto difficile essere competitivi. Dal 2022 forse riusciremo a posizionarci meglio. Oggi siamo strutturalmente la quinta o sesta monoposto perché disponiamo di un progetto che non è nato super sano. 

Aggiusteremo alcune cose per diventare competitivi. Ma la F1 è l’espressione di più alto livello dello sport automobilistico: quando vedi che in qualifica a Barcellona per un decimo di secondo puoi passi da essere decimo o quinto, significa che basta una folata di vento a cambiare le cose”.

De Meo si è poi soffermato sul podio alla 24 ore di Le Mans“Nell’endurance abbiamo fatto lo scherzo di Le Mans grazie a Philippe Sinault, il proprietario di una scuderia privata. Gli abbiamo dato una mano a sviluppare il progetto e questi ha conquistato il podio. Non lo potevamo sapere prima”.

Contrariamente a quanto in molti credono, probabilmente non arriverà un’Hypercar. “Su Le Mans ci stiamo riflettendo. Dipenderà molto dall’evoluzione del regolamento ACO. L’endurance è bello, anche se c’è uno che definisce le regole e può decidere se vinci o no. Stiamo aspettando che ci diano il quadro delle cose, di come si evolveranno. Abbiamo valutato quanto costa, ma non ci interessa l’Hypercar, perché crediamo che non ci sia il bisogno di introdurre tutta quella tecnologia”.

Discorso diverso invece per quanto concerne il rally. “Stiamo riflettendo e in particolare sull’elettrico nei rally che ci sta benissimo nelle prove speciali. Alpine nelle corse la vedo come un catalizzatore del racing francese. Quello che vogliamo fare è creare un centro di competenza per sviluppare tecnologie e prodotti che tutti possono utilizzare nell’ecosistema del motorsport francese. C’è una visione di business intorno al ruolo di Alpine, perché il mondo delle corse è complesso, ma attira un sacco di gente”.