Acquaplaning: nasce il nuovo sensore virtuale DAI grazie a Easyrain

Easyrain ha sviluppato questo nuovo sensore virtuale in grado di mettere in sicurezza l'auto durante la guida su strade bagnate

0
45

Sebbene non sembri il periodo adatto per parlarne, i cambiamenti climatici legittimano il tutto. Purtroppo le condizioni meteo avverse possono spesso portare a veri e propri acquazzoni che comportano rallentamenti durante la strada per qualsiasi auto e automobilista.

Uno dei fenomeni più complicati da gestire e allo stesso tempo più pericolosi è quello dell’acquaplaning. Oggi fortunatamente ci sono tante tecnologie che possono evitare problemi gravi in queste situazioni. Una in particolare è stata sviluppata da Easyrain e prende il nome di Digital Aquaplaning Information. DAI è un sensore virtuale che mette in sicurezza le auto proprio in fase di guida sul bagnato. Il sensore terrà infatti ben controllate le informazioni in merito alla dinamica del veicolo, come ad esempio anche le condizioni stradali. Il conducente sarà avvisato in diretta attraverso tre livelli di attenzione:

Questi sono i tre livelli di warning che possono essere personalizzabili in base alle varie esigenze presentate dalle case automobilistiche:

  • Primo livello: “Warning! Wet Road”. Il conducente, su asfalto bagnato, è in una situazione di potenziale pericolo. Occorre prestare la massima attenzione
  • Secondo livello: “Danger! Wet Road”. Lo strato di acqua sul manto stradale è importante. Se combinato con la velocità sostenuta della vettura, determina l’insorgere di aquaplaning. Il conducente sta per perdere il controllo del veicolo. Occorre prestare la massima attenzione e rallentare
  • Terzo livello: “Alert! Aquaplaning”. Il veicolo è entrato in aquaplaning. Gli pneumatici del veicolo hanno perso aderenza, non riuscendo a dissipare l’eccessivo strato di acqua sull’asfalto. Il DAI attiva istantaneamente il sistema AIS (laddove presente, permette di riprendere il controllo del veicolo)